Il sogno dell’italiano

Giorgio Moretti, Valentina Raddi

€ 16,50

Quale e come dev’essere la lingua d’Italia? Una narrazione a fumetti sul fondamentale dibattito circa queste domande (‘la questione della lingua’), da Dante ai giorni nostri: a parlare in modo inedito sono i suoi protagonisti con le loro vive voci.

In breve

Scarica l'estratto gratuito (formato PDF) Contenuti aggiuntivi e bibliografia

Il sogno dell’italiano

Una discesa nella questione della lingua

‘La questione della lingua’ è un tema che custodisce una parte importante della nostra storia nazionale. Si tratta del dibattito acceso dal Rinascimento (ma si può risalire fino a Dante) su quale debba essere la lingua da parlare in Italia, di come debba essere l'italiano. È un tema cardinale e appassionante, una chiave fondamentale per capire da dove veniamo e dove andiamo, pieno di grandi trovate, idee ispirate, opere mirabili, e però...

Di solito è trattato con un forte taglio accademico, e non può contare su una gran ribalta. Perciò abbiamo dedicato dieci mesi di lavoro intenso a trovare un modo per renderlo accessibile. Ne abbiamo tratto una narrazione a fumetti, una graphic novel — come si dice quando ci si vuole dare un tono. Questo mezzo ci ha permesso anche di superare un altro tradizionale problema delle trattazioni di questo tema.

Quando si parla di ‘questione della lingua’ si leggono astrazioni di teorie linguistiche generali: non si va quasi mai a leggere effettivamente che cosa ha scritto chi, specie nei secoli passati, è intervenuto portando la sua idea. Dialoghi filosofici si spengono in sintesi smorte, articoli al calor bianco vengono sorpassati senza uno sguardo, il fuoco di relazioni e dispute si fa tutto cronaca — mentre le discussioni dei giorni nostri sono così infuocate da disorientare. Il fumetto permette di sceneggiare e recuperare in maniera accessibile le voci originali, i loro sentimenti autentici, i loro slanci, e di inquadrare anche l'oggi in maniera più limpida.

Questo è il racconto felliniano di un percorso quasi iniziatico, in cui un'allieva, fra fondamenti culturali, curiosità e colpi di scena, sarà accompagnata da una maestra a testimoniare in prima persona ciò che quelle voci hanno detto, e il modo in cui hanno plasmato noi che viviamo in questi anni. Un vero unicum artistico — e un'occasione imperdibile per far proprie davvero vicende del passato e del presente. Perché si sa: i libri si comprano e restano spesso chiusi sul comodino. Un fumetto si legge sempre.


Un libro del genere si basa su una bibliografia che può essere interessante per molte persone. Perciò, abbiamo deciso di corredare una bibliografia essenziale stampata nel libro con una bibliografia in rete, che possa rendere ragione dei riferimenti in maniera più pronta e accessibile.

Inoltre, dato che il convitato di pietra della narrazione è il sistema delle fonti che crea la norma linguistica, abbiamo deciso di aggiungere, in coda alla narrazione, un brevissimo saggio che ne delinei i tratti più importanti.

ISBN: 9788832287165 144 pagine

Scopri tutti i nostri libri

Dante libera tutti

Dante libera tutti

(47)
Perché ci piacciono le parole

Perché ci piacciono le parole

(42)
Il mercato di San Benedetto

Il mercato di San Benedetto

(20)
Il giro della letteratura in 80 parole

Il giro della letteratura in 80 parole

(21)